Nati per leggere

È dimostrato cha lettura ad alta voce, già dai primi mesi di vita, contribuisca positivamente allo sviluppo cognitivo, linguistico ed emozionale del bambino: il progetto Nati per Leggere prende le mosse da questo assunto e promuove la lettura ad alta voce per bambini in età prescolare.
Una delle più feconde attività del progetto Nati per Leggere è il Premio nazionale Nati per Leggere. Istituito nel 2009, il Premio vanta numerose collaborazioni: è realizzato con la Regione Piemonte, Città di Torino, il Salone Internazionale del Libro, la Fondazione Circolo dei lettori, il Coordinamento Nazionale Nati per Leggere e la rivista LiBeR. Ha ricevuto il patrocinio del Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il patrocinio della sezione italiana IBBY (International Board on Books for Young People) e una medaglia della Presidenza della Repubblica Italiana.
Il Premio si compone di diverse sezioni dedicate specificatamente a case editrici, biblioteche o progetti locali, e pediatri. La giuria del Premio, che elegge i vincitori nelle diverse sezioni, è formata da docenti, esperti di letteratura per l’infanzia, bibliotecari, pediatri, librai specializzati e giornalisti.

Premio Mondello


Il Premio Letterario Internazionale Mondello nasce nel 1975 grazie a un gruppo di intellettuali e operatori culturali palermitani che si sono riuniti in un’associazione, successivamente denominata Fondazione Premio Mondello. Lo scopo dei suoi ideatori era quello di dar vita, per la prima volta in Italia, a un concorso letterario che fosse tenuto a battesimo a Palermo e avesse, al contempo, una valenza internazionale.
Il Mondello, però, non è solo un premio, ma è anche e soprattutto un’importante occasione per una riflessione di ampio respiro sulle principali tematiche letterarie insieme a scrittori, critici e giornalisti.
L’anima del Mondello era Francesco Lentini, giudice e uomo di raffinata cultura, che ha guidato il Premio fino alla sua scomparsa nel 2000. Il Mondello è oggi curato e promosso, per conto del Comune di Palermo, dalla Fondazione Sicilia in collaborazione con Fondazione Circolo dei lettori, Salone Internazionale del Libro di Torino e Fondazione Andrea Biondo, con cui il Salone ha stretto un forte legame grazie al professor Gianni Puglisi, presidente della Fondazione Premio Mondello. Come partner del Salone, il premio ha portato a Torino scrittori del calibro di Herta Müller, Cees Noteboom, Marilynne Robinson, Elizabeth Strout e Joe Lansdale.