Blog

Nabokov

5 BELLISSIMI HOTEL IN CUI HANNO SOGGIORNATO SCRITTORI CHE AMIAMO

Non solo il Chelsea Hotel di New York, divenuto iconico anche grazie alla canzone meravigliosa di Leonard Cohen, dimora di artisti, scrittori, celebrità del mondo musicale come Jack Kerouac, Dylan Thomas, Gore Vidal, William S. Burroughs, Janis Joplin.  Ci sono alberghi, sparsi per il mondo, che hanno ospitato i grandi scrittori e oggi abbiamo deciso di […]

2 minuti di lettura
Curiosità e liste
nabokov
UN TALE SENSO DI SPLENDORE. UNA LETTERA DI NABOKOV A VÉRA

Prima di diventare un famoso e riconosciuto scrittore, Vladimir Nabokov conobbe e si innamorò di Véra. Lui aveva 24 anni, lei 21. E Véra non fu solo il suo grande amore, quello della vita, ma che aiutante, editor e agente, faceva ricerche per lui, stenografava. Ma non solo: Véra si portava dietro una pistola per difendere il […]

2 minuti di lettura
Storie di scrittori
DIRE DI NO
BOCCIATI. LA STORIA DI 2 FAMOSI RIFIUTI EDITORIALI

Molti romanzi diventati celebri e anche best seller sono stati rifiutati dalle case editrici. Qualche esempio? Cent’anni di solitudine di García Márquez. Sherlock Holmes. L’Ulisse di Joyce è stato respinto dalla Hogarth Press perché di una noia mortale. Qui la lettera in cui Bukowski ringrazia John Martin della Sparrow Press editore, che – dopo una miriade di no – gli offrì addirittura un vitalizio, a patto che mollasse […]

2 minuti di lettura
Storie di scrittori
MIA STRANA GIOIA, MIA DOLCE NOTTE. LE LETTERE D’AMORE DI NABOKOV A VERA

Ti amo tantissimo. Ti amo in modo brutto (non arrabbiarti, amore mio). Ti amo in modo bello. Amo i tuoi denti… Ti amo sole mio, vita mia, amo i tuoi occhi, chiusi, tutti i piccoli dettagli dei tuoi pensieri, le tue vocali elastiche, la tua anima intera dalla testa ai piedi. Un incontro segnò la vita […]

3 minuti di lettura
Storie di scrittori
LIBRI PROIBITI. 5 STORIE CHE NON AVRESTI DOVUTO LEGGERE

Chi controlla il passato controlla il futuro. Chi controlla il presente controlla il passato. Bastano poche parole a George Orwell per dirci che cos’è la censura. E la censura si è concentrata sui libri, depositari tanto del passato, quanto di uno sguardo sul futuro, e di un pensiero che non è il bipensiero del Grande […]

3 minuti di lettura